Back

IELTS

IELTS inglese, SPEAKING: struttura e strategie per un voto alto

IELTS inglese, SPEAKING: struttura e strategie per un voto alto

IELTS inglese, SPEAKING: struttura e strategie per un voto alto

Come funziona la sezione di speaking dell’esame IELTS d’inglese? Questo articolo ti guiderà attraverso le tre parti dell'esame, offrendo tanti consigli pratici per ottenere un punteggio alto e affrontare con successo la prova di conversazione.

Come funziona la sezione di speaking dell’esame IELTS d’inglese? Questo articolo ti guiderà attraverso le tre parti dell'esame, offrendo tanti consigli pratici per ottenere un punteggio alto e affrontare con successo la prova di conversazione.

Indice dell’articolo

Indice dell’articolo

  • Come funziona l’esame di speaking IELTS?


  • Parte 1: Introduction Q&A 

    • Consigli per un’ottima performance


  • Parte 2: Individual long turn

    • Consigli per un’ottima performance


  • Parte 3: Two-ways discussion

    • Consigli per un’ottima performance


  • Che tono usare nello speaking: formale o informale?

  • Quanto viene valutata la grammatica nella prova di speaking IELTS?

  • Su che cosa allenarsi in vista dello speaking IELTS?

  • Come funziona l’esame di speaking IELTS?


  • Parte 1: Introduction Q&A 

    • Consigli per un’ottima performance


  • Parte 2: Individual long turn

    • Consigli per un’ottima performance


  • Parte 3: Two-ways discussion

    • Consigli per un’ottima performance


  • Che tono usare nello speaking: formale o informale?

  • Quanto viene valutata la grammatica nella prova di speaking IELTS?

  • Su che cosa allenarsi in vista dello speaking IELTS?

25 febbraio 2024

Per prepararti al meglio allo speaking IELTS per la certificazione della lingua inglese occorre studiare com’è strutturato l’esame e capire bene che cosa verrà valutato e secondo quali criteri. Una volta che avrai queste informazioni, potrai iniziare ad allenarti sulle strategie per fare un’ottima performance e ottenere un punteggio alto

Come funziona l’esame di speaking IELTS?

La sezione speaking può svolgersi come prima o ultima parte dell’esame IELTS, secondo quanto ti verrà comunicato prima dell’inizio dell’esame stesso. In alcuni casi può essere svolta anche il giorno precedente o successivo rispetto alle altre prove, questo dipenderà dalla sede dove terrai l’esame e dal numero di studenti ed esaminatori presenti.
Sarà presente un esaminatore a fare le domande e ascoltare le tue risposte.
Verrà valutato il tuo inglese parlato in termini di fluidità, capacità di approfondimento, ampiezza di vocabolario e correttezza nell’uso della lingua.

La prova di speaking è divisa in 3 parti con difficoltà crescente: si passa da un dialogo fatto di brevi domande e risposte, a una discussione su temi di ampia portata. Più il tuo livello di inglese è alto, meglio riuscirai a gestire la conversazione mano a mano che si fa più complessa. 

In ogni caso, non preoccuparti: l’esaminatore saprà capire il tuo livello di inglese da come ti esprimi, perciò non ti sottoporrà domande troppo articolate se riterrà che tu non possa rispondere. Certo, il suo compito è quello di metterti alla prova, ma non di metterti in difficoltà! Quindi cerca di lasciare da parte l’ansia e affronta la prova con fiducia in te.

La durata totale dell’esame di speaking va dagli 11 ai 14 minuti.  
L’esame verrà registrato così che lo staff tecnico possa ri-ascoltarti e assegnarti il punteggio che meriti.

Andiamo ora a vedere come sono strutturate le 3 parti una per una e quali strategie seguire per fare un’ottima prestazione d’esame.

Parte 1: Introduction Q&A 

L'esaminatore ti farà domande generali su di te e su una serie di argomenti familiari: casa, famiglia, lavoro, studi, interessi, vacanze ecc.

Modalità: è una conversazione simile a un botta-e-risposta. In inglese si chiama small talk, ovvero una conversazione informale e leggera su argomenti non impegnativi usata per avviare un rapporto o rompere il ghiaccio.

Durata: dai 4 ai 5 minuti.

Cosa viene valutato: la tua capacità di gestire con naturalezza e agio una real-life conversation in inglese.

Consigli per un’ottima performance:

  • Non dare risposte secche o molti brevi.

  • Aggiungi sempre una frase per spiegare il perchè della tua risposta. Altrimenti, se rispondi in modo troppo stringato, sarà l’esaminatore stesso a chiederti “why?”: meglio evitare che ti venga imboccata questa domanda.

  • Parla per circa 15-20 secondi prima di lasciare la parola all’esaminatore per passare alla domanda successiva: è un tempo adeguato per dare una risposta contestualizzata pur mantenendo il ritmo di un botta-e-risposta.

Parte 2: Individual long turn

L'esaminatore ti fornirà una foglio con su scritto un argomento di cui dovrai parlare per 1 o 2 minuti a seconda delle indicazioni. Prima di cominciare, avrai 1 minuto per preparare il discorso, e potrai anche prendere appunti per aiutarti a organizzare le idee. Terminato il tempo del tuo intervento, se non avrai ancora concluso il discorso, sarà l’esaminatore a fermarti. Ma non ti preoccupare: è normale e non influenzerà il tuo punteggio complessivo.

Modalità: si tratta di un tuo breve intervento individuale; solitamente l’esaminatore non ti interrompe durante i minuti (1 o 2) che ti vengono assegnati.

Durata: dai 3 ai 4 minuti.

Cosa viene valutato: la tua capacità di comunicare in modo efficace e fluente in inglese su un argomento familiare.

Consigli per un’ottima performance:

  • Parla per 1 o 2 minuti (a seconda delle indicazioni dell’esaminatore) senza fermarti e al ritmo di una normale conversazione.

  • Parlare velocemente non serve.

  • Durante il minuto di preparazione, cerca di organizzare le idee seguendo un filo logico: ti sarà più facile esprimerle e l’esaminatore apprezzerà la coerenza del tuo discorso.

  • Durante la conversazione non leggere direttamente dagli appunti; se ne hai bisogno come guida, buttaci velocemente lo sguardo per tenere traccia di temi ma non soffermartici a lungo.

  • È ben accetta la tua esperienza personale sul tema.

Parte 3: Two-ways discussion

L'esaminatore farà domande più complesse sui temi della Parte 2 andando ad approfondirli con un taglio più generale e astratto

Modalità: dopo la prima domanda, comincerai tu a parlare. A seguire, l'esaminatore ti farà altre domande per stimolare una discussione più articolata sull'argomento e potrebbe anche intervenire per chiarire o approfondire alcuni punti. Rispetto alla Parte 2, si tratta di una conversazione più fluida e interattiva dove entrambi avrete l'opportunità di esprimere le vostre opinioni. Anche in questo caso, l’esaminatore può interrompermi mentre parli se ritiene che il test sia concluso, e ciò non inficerà sul tuo punteggio.

Durata: dai 4 ai 5 minuti.

Cosa viene valutato: la tua capacità di discutere un tema, esprimere e giustificare le tue opinioni, sviluppare e sostenere argomenti complessi in inglese.

Consigli per un’ottima performance:

  • È importante fornire risposte complete e dettagliate: esprimi le tue opinioni in modo chiaro e articolato.

  • Cerca di parlare per almeno un paio di frasi per ogni domanda, ma non esagerare nel prolungare eccessivamente le risposte. 

  • Cerca di evitare ripetizioni o riempitivi inutili.

  • Non fare affermazioni fuori contesto: motiva sempre le opinioni che dai.

  • Tralascia l’esperienza personale e privilegia considerazioni di ordine generale o che tengano in conto quello che dice, pensa e fa la gente.

  • Viene apprezzato se fai esempi che chiariscono le tue affermazioni, ad esempio citando le parole di un pensatore oppure menzionando una notizia di attualità pertinente col tuo discorso.

Che tono usare nello speaking: formale o informale?

Non consigliabile adottare un tono molto formale né usare frasi dalla costruzione complessa per cercare di fare una buona impressione. Il rischio è, al contrario, di far percepire che non stai capendo di che cosa si parla e che ti nascondi dietro paroloni per non darlo a vedere.
Di certo neanche una parlata troppo informale è adatta alla situazione, specialmente nelle sezioni 2 e 3 dello speaking IELTS. Del tutto da evitare sono lo slang e gli idioms del linguaggio colloquiale.
L’ideale è usare un tono semi-formale, ad esempio quello che usi in situazioni come il luogo di lavoro o l’università.

Nota: questo suggerimento vale per tutte e 3 le sezioni dello speaking.

Quanto viene valutata la grammatica nella prova di speaking IELTS?

Nell'esame di speaking IELTS, non c'è un punteggio specifico assegnato alla correttezza grammaticale, ma è certamente uno dei criteri tenuti in considerazione. Infatti, la tua capacità di utilizzare propriamente la grammatica inglese avrà il suo peso nel punteggio.

Va però detto che la correttezza grammaticale non è il principale fattore considerato. Sebbene gli errori possano influenzare negativamente il punteggio, l'obiettivo principale della prova di speaking è valutare la tua capacità di comunicare in modo efficace e fluente. Pertanto, è anche concesso commettere alcuni errori grammaticali occasionali senza che ciò penalizzi in modo significativo il punteggio, ma solo a condizione che la tua comunicazione sia stata chiara, comprensibile e fluida. 

Su che cosa allenarsi in vista dello speaking IELTS?

Ciò che farà davvero la differenza nel tuo speaking è quanto hai potuto allenarti a fare conversazione reale con dei madrelingua
Infatti, al di là delle strategie per affrontare al meglio la prova IELTS (che certamente ti aiuteranno!), essere davvero capaci di padroneggiare l’inglese parlato è il metodo migliore per ottenere un punteggio alto. E la naturalezza e la fluidità del tuo inglese sono abilità che si sviluppano solo grazie alla pratica!

Se vuoi allenarti efficacemente sullo speaking, Edusogno propone corsi basati proprio sulla conversazione real-time con tutor madrelingua. Abbiamo fatto nostro il metodo speaking first perchè siamo convinti sia l’unico che può dare la svolta definitiva alla conoscenza e all’uso dell’inglese. Se ti interessa, approfondisci qui.

E se stai preparando l’esame IELTS di inglese, troverai utile anche l’altro nostro articolo dedicato al reading.

Non ci resta che augurarti buona fortuna!

Per prepararti al meglio allo speaking IELTS per la certificazione della lingua inglese occorre studiare com’è strutturato l’esame e capire bene che cosa verrà valutato e secondo quali criteri. Una volta che avrai queste informazioni, potrai iniziare ad allenarti sulle strategie per fare un’ottima performance e ottenere un punteggio alto

Come funziona l’esame di speaking IELTS?

La sezione speaking può svolgersi come prima o ultima parte dell’esame IELTS, secondo quanto ti verrà comunicato prima dell’inizio dell’esame stesso. In alcuni casi può essere svolta anche il giorno precedente o successivo rispetto alle altre prove, questo dipenderà dalla sede dove terrai l’esame e dal numero di studenti ed esaminatori presenti.
Sarà presente un esaminatore a fare le domande e ascoltare le tue risposte.
Verrà valutato il tuo inglese parlato in termini di fluidità, capacità di approfondimento, ampiezza di vocabolario e correttezza nell’uso della lingua.

La prova di speaking è divisa in 3 parti con difficoltà crescente: si passa da un dialogo fatto di brevi domande e risposte, a una discussione su temi di ampia portata. Più il tuo livello di inglese è alto, meglio riuscirai a gestire la conversazione mano a mano che si fa più complessa. 

In ogni caso, non preoccuparti: l’esaminatore saprà capire il tuo livello di inglese da come ti esprimi, perciò non ti sottoporrà domande troppo articolate se riterrà che tu non possa rispondere. Certo, il suo compito è quello di metterti alla prova, ma non di metterti in difficoltà! Quindi cerca di lasciare da parte l’ansia e affronta la prova con fiducia in te.

La durata totale dell’esame di speaking va dagli 11 ai 14 minuti.  
L’esame verrà registrato così che lo staff tecnico possa ri-ascoltarti e assegnarti il punteggio che meriti.

Andiamo ora a vedere come sono strutturate le 3 parti una per una e quali strategie seguire per fare un’ottima prestazione d’esame.

Parte 1: Introduction Q&A 

L'esaminatore ti farà domande generali su di te e su una serie di argomenti familiari: casa, famiglia, lavoro, studi, interessi, vacanze ecc.

Modalità: è una conversazione simile a un botta-e-risposta. In inglese si chiama small talk, ovvero una conversazione informale e leggera su argomenti non impegnativi usata per avviare un rapporto o rompere il ghiaccio.

Durata: dai 4 ai 5 minuti.

Cosa viene valutato: la tua capacità di gestire con naturalezza e agio una real-life conversation in inglese.

Consigli per un’ottima performance:

  • Non dare risposte secche o molti brevi.

  • Aggiungi sempre una frase per spiegare il perchè della tua risposta. Altrimenti, se rispondi in modo troppo stringato, sarà l’esaminatore stesso a chiederti “why?”: meglio evitare che ti venga imboccata questa domanda.

  • Parla per circa 15-20 secondi prima di lasciare la parola all’esaminatore per passare alla domanda successiva: è un tempo adeguato per dare una risposta contestualizzata pur mantenendo il ritmo di un botta-e-risposta.

Parte 2: Individual long turn

L'esaminatore ti fornirà una foglio con su scritto un argomento di cui dovrai parlare per 1 o 2 minuti a seconda delle indicazioni. Prima di cominciare, avrai 1 minuto per preparare il discorso, e potrai anche prendere appunti per aiutarti a organizzare le idee. Terminato il tempo del tuo intervento, se non avrai ancora concluso il discorso, sarà l’esaminatore a fermarti. Ma non ti preoccupare: è normale e non influenzerà il tuo punteggio complessivo.

Modalità: si tratta di un tuo breve intervento individuale; solitamente l’esaminatore non ti interrompe durante i minuti (1 o 2) che ti vengono assegnati.

Durata: dai 3 ai 4 minuti.

Cosa viene valutato: la tua capacità di comunicare in modo efficace e fluente in inglese su un argomento familiare.

Consigli per un’ottima performance:

  • Parla per 1 o 2 minuti (a seconda delle indicazioni dell’esaminatore) senza fermarti e al ritmo di una normale conversazione.

  • Parlare velocemente non serve.

  • Durante il minuto di preparazione, cerca di organizzare le idee seguendo un filo logico: ti sarà più facile esprimerle e l’esaminatore apprezzerà la coerenza del tuo discorso.

  • Durante la conversazione non leggere direttamente dagli appunti; se ne hai bisogno come guida, buttaci velocemente lo sguardo per tenere traccia di temi ma non soffermartici a lungo.

  • È ben accetta la tua esperienza personale sul tema.

Parte 3: Two-ways discussion

L'esaminatore farà domande più complesse sui temi della Parte 2 andando ad approfondirli con un taglio più generale e astratto

Modalità: dopo la prima domanda, comincerai tu a parlare. A seguire, l'esaminatore ti farà altre domande per stimolare una discussione più articolata sull'argomento e potrebbe anche intervenire per chiarire o approfondire alcuni punti. Rispetto alla Parte 2, si tratta di una conversazione più fluida e interattiva dove entrambi avrete l'opportunità di esprimere le vostre opinioni. Anche in questo caso, l’esaminatore può interrompermi mentre parli se ritiene che il test sia concluso, e ciò non inficerà sul tuo punteggio.

Durata: dai 4 ai 5 minuti.

Cosa viene valutato: la tua capacità di discutere un tema, esprimere e giustificare le tue opinioni, sviluppare e sostenere argomenti complessi in inglese.

Consigli per un’ottima performance:

  • È importante fornire risposte complete e dettagliate: esprimi le tue opinioni in modo chiaro e articolato.

  • Cerca di parlare per almeno un paio di frasi per ogni domanda, ma non esagerare nel prolungare eccessivamente le risposte. 

  • Cerca di evitare ripetizioni o riempitivi inutili.

  • Non fare affermazioni fuori contesto: motiva sempre le opinioni che dai.

  • Tralascia l’esperienza personale e privilegia considerazioni di ordine generale o che tengano in conto quello che dice, pensa e fa la gente.

  • Viene apprezzato se fai esempi che chiariscono le tue affermazioni, ad esempio citando le parole di un pensatore oppure menzionando una notizia di attualità pertinente col tuo discorso.

Che tono usare nello speaking: formale o informale?

Non consigliabile adottare un tono molto formale né usare frasi dalla costruzione complessa per cercare di fare una buona impressione. Il rischio è, al contrario, di far percepire che non stai capendo di che cosa si parla e che ti nascondi dietro paroloni per non darlo a vedere.
Di certo neanche una parlata troppo informale è adatta alla situazione, specialmente nelle sezioni 2 e 3 dello speaking IELTS. Del tutto da evitare sono lo slang e gli idioms del linguaggio colloquiale.
L’ideale è usare un tono semi-formale, ad esempio quello che usi in situazioni come il luogo di lavoro o l’università.

Nota: questo suggerimento vale per tutte e 3 le sezioni dello speaking.

Quanto viene valutata la grammatica nella prova di speaking IELTS?

Nell'esame di speaking IELTS, non c'è un punteggio specifico assegnato alla correttezza grammaticale, ma è certamente uno dei criteri tenuti in considerazione. Infatti, la tua capacità di utilizzare propriamente la grammatica inglese avrà il suo peso nel punteggio.

Va però detto che la correttezza grammaticale non è il principale fattore considerato. Sebbene gli errori possano influenzare negativamente il punteggio, l'obiettivo principale della prova di speaking è valutare la tua capacità di comunicare in modo efficace e fluente. Pertanto, è anche concesso commettere alcuni errori grammaticali occasionali senza che ciò penalizzi in modo significativo il punteggio, ma solo a condizione che la tua comunicazione sia stata chiara, comprensibile e fluida. 

Su che cosa allenarsi in vista dello speaking IELTS?

Ciò che farà davvero la differenza nel tuo speaking è quanto hai potuto allenarti a fare conversazione reale con dei madrelingua
Infatti, al di là delle strategie per affrontare al meglio la prova IELTS (che certamente ti aiuteranno!), essere davvero capaci di padroneggiare l’inglese parlato è il metodo migliore per ottenere un punteggio alto. E la naturalezza e la fluidità del tuo inglese sono abilità che si sviluppano solo grazie alla pratica!

Se vuoi allenarti efficacemente sullo speaking, Edusogno propone corsi basati proprio sulla conversazione real-time con tutor madrelingua. Abbiamo fatto nostro il metodo speaking first perchè siamo convinti sia l’unico che può dare la svolta definitiva alla conoscenza e all’uso dell’inglese. Se ti interessa, approfondisci qui.

E se stai preparando l’esame IELTS di inglese, troverai utile anche l’altro nostro articolo dedicato al reading.

Non ci resta che augurarti buona fortuna!

Supportiamo persone ambiziose nel costruire un futuro di successo

Supportiamo persone ambiziose

nel costruire un futuro di successo

© 2023 Edusogno. All rights reserved.

© 2023 Edusogno. All rights reserved.